Indirizzo
Via Tiberio Berardi, 5/6
06123 Perugia (PG)
Telefono
(+39) 07540236
(+39) 3485102919
E-mail
email [nospambot] brozzetti.com
Web
http://www.brozzetti.com

Caratteristiche e servizi

OK per bambini/ragazzi di 7 - 15 anni di età

Nel Laboratorio Giuditta Brozzetti si organizzano visite guidate con dimostrazione pratica al telaio per gruppi anche in lingua inglese.
Dal lunedì al venerdì ingresso libero
Mattino 08:30 - 12:30 - Pomeriggio 15:00 - 18:00
visite guidate su prenotazione
Sabato e Domenica e festivi visite guidate solo su appuntamento
Museo Atelier "Giuditta Brozzetti"

Tradizione

Nei suggestivi locali della Chiesa di San Francesco delle Donne in Perugia, ha sede lo storico Laboratorio di tessitura a mano, fondato nel 1921 da Giuditta Brozzetti.

Ancora oggi, dopo quattro generazioni, realizza tessuti artistici con motivi decorativi legati alla grande tradizione tessile medievale e rinascimentale Italiana e in particolare Umbra.

Il recupero
Le donne protagoniste nel laboratorio di tessitura

La fondatrice Giuditta Brozzetti rappresenta una figura di spicco dell'imprenditoria femminile nella Perugia di inizio '900. Prendendo spunto dalla consuetudine femminile di produrre in casa i tessuti necessari alla vita domestica, recuperò motivi e disegni tradizionali del territorio umbro e fondò nel 1921 il laboratorio-scuola artigianale per la produzione di tessuti artistici di alta qualità per l'arredo della casa. Da Allora, la passione per l'arte della tessitura a mano si é tramandata di madre in figlia e ogni generazione ha caratterizzato la produzione secondo le proprie vocazioni e i propri studi. Oggi dopo quattro generazioni, il laboratorio "Giuditta Brozzetti" é uno degli ultimi atelier di tessitura a mano su telai a jacquard d'Italia; per le sue caratteristiche ha ottenuto nel 2004 l'ingresso nel Sistema Museale dell'Umbria.

Le tecniche

Con i telai a jacquard Ottocenteschi si realizzano, fra gli altri, tessuti con temi caratteristici ornamentali ispirati alle stoffe etrusche (tratti dalle tombe e dalle decorazioni delle ceramiche etrusche) e alle cosiddette "Tovaglie perugine" punto di forza della grande tradizione tessile medievale a Perugia. Le "Tovaglie perugine" cominciarono ad essere utilizzate nelle chiese medievali del Centro Italia alla fine del XII secolo con tovaglie d'altare. La loro importanza come arredo liturgico é documentata dalla frequenza con cui compaiono nei dipinti dei più grandi pittori del XIV° e XV° secolo: da Simone Martini a Pietro Lorenzetti, da Giotto al Ghirlandaio fino a Leonardo da Vinci.
Con i più semplici telai manuali a quattro licci si realizzano tessuti con motivi stilizzati e geometrici che si rifanno alla tradizione contadina.

La ricerca sulle antiche lavorazioni, insieme alla grande esperienza acquisita nella lavorazione ha portato al restauro di un telaio originale del XVII° secolo, grazie al quale é stato possibile recuperare una tecnica di cui si era persa memoria: la tessitura detta "Fiamma di Perugia".

Foto Gallery